Unioncamere Sicilia: webinar su infrastrutture

PALERMO, 16 FEB - Un tavolo di confronto per lo sviluppo del territorio di Palermo ed Enna sarà al centro del webinar, organizzato da Unioncamere Sicilia, che si svolgerà domani pomeriggio a partire dalle 15.

"Nel difficile contesto in cui ci troviamo ormai da due anni, a causa della pandemia Covid-19 - spiega Pino Pace, presidente Unioncamere Sicilia - riteniamo che la ripresa economica dell'intero Paese, ed in particolare del territorio siciliano, possa passare anche dallo sviluppo di determinate infrastrutture fondamentali per rendere più competitive le nostre imprese.

Non si tratta solo di costruire nuovi porti, aeroporti, autostrade ma anche di rendere più efficienti le infrastrutture già esistenti, laddove possibile, attraverso un importante piano di manutenzione e ammodernamento, rafforzando l'intermodalità e guardando alla sostenibilità - aggiunge Pace -. Le Camere di commercio siciliane, con il coordinamento dell'Unione regionale, hanno avviato questo progetto che prevede momenti di confronto e concertazione, individuazione delle opere strategiche per le imprese, nonché sviluppo di approfondimenti progettuali rispondenti alle esigenze del territorio. Il confronto con i tavoli territoriali servirà per redigere il "Libro Bianco delle priorità infrastrutturali siciliane", conclude. Per partecipare: https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_FnBQ1rSKTfucA2Kenns4 Rw). Interverranno: Giuseppe Pace, presidente di Unioncamere Sicilia; Guido Barcellona, segretario generale della Camera di Commercio Palermo e Enna; Santa Vaccaro, segretario generale di Unioncamere Sicilia; Antonello Fontanili, direttore di Uniontrasporti; Laura Summa, project manager di Uniontrasporti. Si parlerà di mobilità e infrastrutture strategiche per la ripresa del territorio. Il progetto è finanziato a valere sul Fondo perequativo 2019-2020. "L'obiettivo del programma "Infrastrutture" del Fondo di perequazione 2019-2020 - sottolinea Santa Vaccaro - è quello di mettere il sistema camerale siciliano nelle condizioni di partecipare attivamente alla ripresa del Paese, fornendo analisi, ipotesi di intervento e contributi operativi allo sviluppo delle reti materiali ed immateriali: dai collegamenti viari alle reti di connessione a banda larga, dai traffici internazionali a quelle per la ripartenza di importanti opere pubbliche. In tale contesto - continua - il sistema camerale con il progetto "Infrastrutture" può sicuramente svolgere un ruolo di stimolo e raccordo, fornendo ai governi centrali e locali un contributo per una migliore strategia sulle infrastrutture, al fine di supportare una più efficace pianificazione ed una veloce realizzazione degli interventi infrastrutturali e manutentivi su strade, ferrovie, porti, aeroporti, città, fiere, interporti e connessioni digitali, del quale la regione Sicilia ha sicuramente bisogno". (ANSA).

www.ansa.it


9 visualizzazioni