Unioncamere Sicilia e Uniontrasporti promuovono tavolo di confronto per lo sviluppo del territorio

Un tavolo di confronto per lo sviluppo del territorio di Agrigento e Caltanissetta, con un focus particolare sulle infrastrutture come chiave della strategia di ripresa e dello sviluppo economico.

E’ il tema al centro dell’incontro in modalità webinar, che si svolgerà venerdì 8 aprile, alle 10.30, promosso da Unioncamere Sicilia in collaborazione con Uniontrasporti, nell’ambito del progetto finanziato a valore sul Fondo di perequazione 2019-2020 e dell’attività che vede protagonista il sistema camerale siciliano per lo sviluppo delle infrastrutture e la ripresa dell’economia. Sono previsti gli interventi di Pino Pace, presidente di Unioncamere Sicilia, di Santa Vaccaro, segretario generale di Unioncamere Sicilia, di Antonello Fontanili, direttore di Uniontrasporti, sul programma infrastrutturale e le macroattività del progetto territoriale, e di Laura Summa, project manager di Uniontrasporti, sulla domanda di mobilità e le infrastrutture strategiche per la ripresa del territorio. Al termine, confronto con i partecipanti sulle priorità infrastrutturali relative ai territori di Agrigento e Caltanissetta e la principali criticità da risolvere.

“In questa fase particolare che stanno attraversando le imprese di tutto il mondo, riteniamo che la ripresa economica dell’intero Paese, ed in particolare del territorio siciliano – dice Pino Pace, presidente Unioncamere Sicilia – possa passare anche dallo sviluppo di determinate infrastrutture fondamentali per rendere più competitive le nostre imprese. Unioncamere Sicilia ha avviato un’iniziativa progettuale che prevede momenti di confronto e concertazione, individuazione delle opere strategiche per le proprie imprese, nonché sviluppo di approfondimenti progettuali rispondenti alle esigenze del territorio”.

e Caltanissetta

Redazione 1 | Gio, 07/04/2022 - 16:03


Condividi su:


Un tavolo di confronto per lo sviluppo del territorio di Agrigento e Caltanissetta, con un focus particolare sulle infrastrutture come chiave della strategia di ripresa e dello sviluppo economico. PUBBLICITÀ E’ il tema al centro dell’incontro in modalità webinar, che si svolgerà venerdì 8 aprile, alle 10.30, promosso da Unioncamere Sicilia in collaborazione con Uniontrasporti, nell’ambito del progetto finanziato a valore sul Fondo di perequazione 2019-2020 e dell’attività che vede protagonista il sistema camerale siciliano per lo sviluppo delle infrastrutture e la ripresa dell’economia. Sono previsti gli interventi di Pino Pace, presidente di Unioncamere Sicilia, di Santa Vaccaro, segretario generale di Unioncamere Sicilia, di Antonello Fontanili, direttore di Uniontrasporti, sul programma infrastrutturale e le macroattività del progetto territoriale, e di Laura Summa, project manager di Uniontrasporti, sulla domanda di mobilità e le infrastrutture strategiche per la ripresa del territorio. Al termine, confronto con i partecipanti sulle priorità infrastrutturali relative ai territori di Agrigento e Caltanissetta e la principali criticità da risolvere. “In questa fase particolare che stanno attraversando le imprese di tutto il mondo, riteniamo che la ripresa economica dell’intero Paese, ed in particolare del territorio siciliano – dice Pino Pace, presidente Unioncamere Sicilia – possa passare anche dallo sviluppo di determinate infrastrutture fondamentali per rendere più competitive le nostre imprese. Unioncamere Sicilia ha avviato un’iniziativa progettuale che prevede momenti di confronto e concertazione, individuazione delle opere strategiche per le proprie imprese, nonché sviluppo di approfondimenti progettuali rispondenti alle esigenze del territorio”. “Come sistema camerale siciliano organizziamo una serie di tavoli territoriali sia per condividere gli esiti di alcune analisi su domanda e offerta, sia, soprattutto, per ascoltare le esigenze e i fabbisogni del sistema imprenditoriale locale – aggiunge Santa Vaccaro, segretario generale Unioncamere Sicilia -. Le suggestioni emerse da questi tavoli serviranno per redigere il “Libro Bianco delle priorità infrastrutturali siciliane”, documento che conterrà la selezione delle opere indifferibili necessarie al sistema imprenditoriale siciliano per superare la crisi in atto e recuperare competitività”.


www.ilfattonisseno.it

0 visualizzazioni